Archivi categoria: News

In \Cielo/ Finito – lavori esposti

Foto e testi delle opere esposte da Valentina Colella, Emanuele Dainotti, Alice Gangemi e Giampaolo Parrilla @ AIR Madreselva (Montevideo)

VALENTINA COLELLA

Dove dormono le stelle 3
Video Installazione_145 Sculture

Valentina Colella continua a parlare di sogni con Where the stars sleep arrivato al terzo punto della sua costellazione. In ogni luogo l’artista sceglie secondo metodi dettati dalla coincidenza una forma essenziale della stella da riprodurre in multipli di 29 sculture. All’interno di in cielo/ finito le stelle proposte sono 116 e formano un’installazione a pavimento, mentre sulle pareti della stanza tre proiezioni sovrapposte sono la somma dei luoghi precedenti (capitolo I, Introdacqua, Italia, capitolo II, Capo di Buona Speranza, Sud Africa) e il nuovo luogo dove è stata trovata la stella matrice del capitolo III, Montevideo, Uruguay. I visitatori allo scoccare della mezzanotte sono invitati a scegliere una stella, esprimere un desiderio e portarla con sé. […]

EMANUELE DAINOTTI

Un Cuarto de Santa Maria
installazione e video in loop – 2018
(Stanza, Sigarette di contrabbando, Caña, Musica, Spazzatura)
Cantante: Lucía Trentini 
Attori: Constanza Del Sol, Natalia Renata, Ivo Rezk

In Un Cuarto de Santa Maria, Emanuele Dainotti ricostruisce la camera di un detective. La stanza racchiude le atmosfere dei romanzi di Juan Carlos Onetti, ambientati nella città immaginaria di Santa Maria. Punto focale dell’installazione è un video in loop composto da azioni in cui i piani temporali si fondono e si scontrano all’interno di una non-narrazione meta-cinematografica.

 

ALICE GANGEMI

– El sueño de Lucìa – 
Installazione e video in loop – 2018
(Racconto su carta, Fotografie, Teatro delle ombre, Video)

El sueño de Lucìa di Alice Gangemi, a partire da un’indagine sulle famiglie italiane che emigrarono in Uruguay nella prima metà del XX secolo, si delinea come una ricerca sulle radici familiari e sulla memoria individuale e intima che è strettamente connessa alla memoria collettiva. Il lavoro si configura come un’installazione onirica che unisce video, teatro delle ombre, scrittura, materiale d’archivio, fotografia e pittura.

GIAMPAOLO PARRILLA

Oltre le Colonne D’ercole
olio e acrilico su cartone
2018, trittico, 152,5×107,5

La serie pittorica unisce la potenza della decadenza al mistero che avvolge le antiche abitazioni di Montevideo. L’impatto è forte; muri scrostati ma ancora con una forte carica cromatica, i portoni enormi e sempre sbarrati, le persone che vagano senza mai entrare. Nessuno varca gli antri delle case, nessuno osa tubarne i silenzi. L’accesso alla conoscenza è negato. Gli abitanti non raccontano cosa vive dentro queste antiche dimore. Gli edifici invece non hanno mai smesso di parlare, nei tre misteri su carta del giovane artista.

Inaugurazione – 20 Aprile 2018 (FOTO)

In \cielo/ finito è il progetto espositivo frutto di un mese di ricerca presso la residenza artistica AIR Madreselva, Montevideo, Uruguay, di 4 artisti italiani, Valentina Colella, Emanuele Dainotti, Alice Gangemi, Giampaolo Parrilla. Si propone come una ricerca tesa al dialogo tra interno ed esterno. Il patio, rettangolo di energia e cuore pulsante della casa si è subito imposto come territorio denso, punto di partenza per riflessioni in divenire e stimoli differenti, che si diramano nelle varie stanze dell’antica casa coloniale. Costante punto di confronto con l’infinito, è il soffitto di vetro semovibile a decidere il confine dentro fuori. Tutte le opere presentate sono caratterizzate da una componente interattiva, il pubblico ha trovato all’ingresso una mappa/istruzioni per l’uso per orientarsi all’interno del percorso espositivo.

Musicisti: Hugo Trova, Noelia Santana, Juan Martin Cariboni, Nacho Correa

L’evento e’ stato organizzato dall’Associazione Ottovolante nell’ambito del progetto “Partecipare ad Arte”, che si realizza con il contributo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI).

Con la collaborazione della Fondazione Magistra e di Infantozzi Materiales.

IN \CIELO/ FINITO (20/4 – AIR Madreselva – Montevideo, Uruguay)

In \cielo/ finito è il progetto espositivo frutto di un mese di ricerca presso la residenza artistica AIR Madreselva, Montevideo, Uruguay, di 4 artisti italiani, Valentina Colella, Emanuele Dainotti, Alice Gangemi, Giampaolo Parrilla. Si propone come una ricerca tesa al dialogo tra interno ed esterno. Il patio, rettangolo di energia e cuore pulsante della casa si è subito imposto come territorio denso, punto di partenza per riflessioni in divenire e stimoli differenti, che si diramano nelle varie stanze dell’antica casa coloniale. Costante punto di confronto con l’infinito, è il soffitto di vetro semovibile a decidere il confine dentro fuori. Inaugurazione 20 aprile 2018 alle 19 negli spazi di Casa Madreselva, Calle Durazno 1666, Montevideo. Tutte le opere presentate sono caratterizzate da una componente  interattiva, il pubblico troverà all’ingresso una mappa/ istruzioni per l’uso per orientarsi all’interno del percorso espositivo. La mostra si realizza nell’ambito del progetto Partecipare ad Arte, scambio internazionale che coinvolge artisti italiani e uruguaiani in residenza a Bologna e a Montevideo, organizzato dall’Associazione Ottovolante di Bologna e la Fondazione Magistra di Montevideo con il contributo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Valentina Colella continua a parlare di sogni con Where the stars sleep arrivato al terzo punto della sua costellazione. In ogni luogo l’artista sceglie secondo metodi dettati dalla coincidenza una forma essenziale della stella da riprodurre in multipli di 29 sculture. All’interno di in \cielo/ finito le stelle proposte sono 116 e formano un’installazione a pavimento, mentre sulle pareti della stanza tre proiezioni sovrapposte sono la somma dei luoghi precedenti (capitolo I, Introdacqua, Italia,  capitolo II,  Capo di Buona Speranza, Sud Africa) e il nuovo luogo dove è stata trovata la stella matrice del capitolo III,  Montevideo, Uruguay. I visitatori allo scoccare della mezzanotte sono invitati a scegliere una stella, esprimere un desiderio e portarla con sé.  / In Un Cuarto de Santa Maria, Emanuele Dainotti ricostruisce la camera di un detective. La stanza racchiude le atmosfere dei romanzi di Juan Carlos Onetti, ambientati nella città immaginaria di Santa Maria. Punto focale dell’installazione è un video in loop composto da azioni in cui i piani temporali si fondono e si scontrano all’interno di una non-narrazione meta-cinematografica. / El sueño de Lucìa di Alice Gangemi, a partire da un’indagine sulle famiglie italiane che emigrarono in Uruguay nella prima metà del XX secolo, si delinea come una ricerca sulle radici familiari e sulla memoria individuale e intima che è strettamente connessa alla memoria collettiva. Il lavoro si configura come un’installazione onirica che unisce video, teatro delle ombre, scrittura, materiale d’archivio, fotografia e pittura. / La serie pittorica Oltre le colonne d’Ercole di Giampaolo Parrilla unisce la potenza della decadenza al mistero che avvolge le antiche abitazioni di Montevideo. L’impatto è forte; muri scrostati ma ancora con una forte carica cromatica, i portoni enormi e sempre sbarrati, le persone che vagano senza mai entrare. Nessuno varca gli antri delle case, nessuno osa tubarne i silenzi. L’accesso alla conoscenza è negato. Gli abitanti non raccontano cosa vive dentro queste antiche dimore. Gli edifici invece non hanno mai smesso di parlare, nei tre misteri su carta del giovane artista.

INAUGURAZIONE \  20 aprile_7pm_Casa Madreselva, Calle Durazno 1666_Montevideo

 

BIOGRAFIE

VALENTINA COLELLA (1984, Italia)

Artista internazionale e vice direttrice del magazine Le Biennali.com

I suoi lavori sono presenti in collezioni pubbliche e private.

2017 Learning, Everard Read Gallery, Città del Capo (Sud Africa)

2015 Gestures, Kaohsiung Museum of Fine Arts, (Taiwan)

2014  La Biennal de la Fin del Mundo, Mar del Plata (Argentina).

 

EMANUELE DAINOTTI (1987, Italia)

Artista e Filmmaker.

I suoi lavori sono stati presentati e premiati in mostre e festival in tutto il mondo.

2017 Filmideo (USA)

2017 Salòn internacional de la luz (Colombia)

2013 Miden Fest (Grecia).

 

ALICE GANGEMI (1993, Italia)

Si è laureata all’Accademia di Belle Arti di Bologna e ora lavora come video maker specializzata in documentari interattivi presso la casa di produzione Kinè.

2015 Gallleriapiù Bologna (Italia)

2015 DOA’15, Il documentario come opera d’arte Bologna (Italia).

 

GIAMPAOLO PARRILLA (1997, Italia)

Studia all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Lavora a diversi progetti di integrazione con rifugiati politici attraverso il fumetto.

2018 Grapich novel in uscita a giugno L’eredità di Babele in collaborazione con UNHCR

2015 Galleria Il Punto, Bologna (Italia).

 

LINK

www.valentinacolella.com

https://dainottisette.wixsite.com/emanueledainotti

https://alicegangemi.wixsite.com/alicegangemi

www.ilgirovago.com/diari/diari-spettacolo/

 

Artista o manager? (17/04 – Museo Gurvich, Montevideo)

“ARTISTA O MANAGER?”

Intervención de: Davide Banin, Valentina Colella, Emanuele Dainotti, Alice Gangemi, Giampaolo Parrilla.

Presentación organizada por la Asociación Ottovolante y SOA Arte Contemporáneo que profundiza sobre:

– Los proyectos de movilidad para jóvenes artistas entre Italia y Uruguay
– Los actores del sistema del arte y la importancia de las relaciones
– Problemáticas que un artista puede encontrar
– Reglas de sobrevivencia en la “selva del arte”
– VIDEO ARTE y CINEMA
Moderadora: Ana Gotta (SOA Arte Contemporáneo).

Martes 17 de abril – 18:30 hs

Sala de Murales – Museo Gurvich

Entrada libre

Differences Challenge Assumptions (Training in Romania)

Si e’ tenuto in Romania il secondo corso di formazione del progetto Differences Challenge Assumptions che ha coinvolto youth workers provenienti da 4 continenti: Africa, Asia, Europa e Sud America !

Durante il training i partecipanti hanno potuto discutere e analizzare profondamente diverse tematiche quali privilegi, razza, discriminazione positiva, norme sociali e abitudini culturali. Inoltre, approfondire tecniche di facilitazione nell’ambito dell’educazione interculturale a livello avanzato.

Inizia ora la seconda fase pratica e nei prossimi mesi ogni gruppo nazionale organizzerà workshops e attività nel proprio paese. Nel mese di luglio si terra’ l’incontro di valutazione in Nigeria.

Il progetto DCA di cui l’Associazione Ottovolante e’ capofila, si realizza insieme a 7 altre organizzazioni in Argentina, India, Italia, Mozambico, Nigeria, Romania, Sri Lanka e Uruguay.
Il progetto e’ cofinanziato dal programma Erasmus+ dell’Unione Europea.

http://dca-project.weebly.com/

Bologna Boh! – evento 28/2 – (proj. Partecipare ad Arte)

BOLOGNA BOH!
Mercoledì 28 febbraio
dalle 19:00 @ Laboratorio 155 – Via Turati 155

Esposizione degli artisti uruguaiani del progetto Partecipare ad Arte!

ANDRES FAILACHE (Montevideo 1990)

L’opera è ispirata dalla riflessione sulla democratizzazione del video e sul ruolo di noi spettatori. Si pone l’obiettivo di indagare sull’interazione delle persone con il bombardamento delle immagini.
Per puro caso nell’editare il materiale ripreso si è provocato un errore nel video.
Questo errore per l’artista definisce il senso della mancanza di democratizzazione della conoscenza che ancora esiste.
Che si possa decidere cosa vedere tra una enorme quantità di video è una celebrazione alla democratizzazione ma allo stesso tempo un dilemma per lo spettatore dal momento che ciò che sceglie può essere interessante o pura merda.

GUILLERMO STOLL (Montevideo 1984)
“Ritratti bolognesi” unisce pittura, disegni e installazione ricreando un percorso che colloca nello stesso spazio persone e oggetti incontrati sulla strada.
E’ un’opera che trova ispirazione nel potere del mercato, ogni giorno più incisivo, che determina con sempre maggiore enfasi il modo in cui le persone devono vivere, dare un senso alla loro vita e costruire il loro futuro, indirizzando verso un ideale di felicità associato al consumo.

MICAELA TASSINO (Montevideo 1993)
Questa serie è costituita da ritratti di persone che camminano per Bologna.
Si desidera mettere in luce la differente visione del fotografo e del fotografato che viene ripreso due volte, una secondo il filtro artistico del fotografo e l’altra in una posa da lui scelta.
Da questa interazione scaturisce la conoscenza reciproca e del singolo.

__________________________________________________________________

Andres Failache, Guillermo Stoll e Micaela Tassino sono tre artisti uruguaiani che partecipano al progetto dell’Associazione Ottovolante “Partecipare ad Arte”: scambio formativo professionale rivolto a giovani impegnati nel settore delle arti visive in Italia e in Uruguay, che si prepone di stimolare una riflessione sulla produzione artistica, sul ruolo dell’arte come forma di comunicazione, di ricerca e di strumento per analizzare la realtà sociale.

Il progetto si realizza con il contributo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.
___________________________________________________________________

Differences Challenge Assumptions – attivita’ locali nel Sulcis

Nell’ambito del progetto “Differences Challenge Assumptions” abbiamo organizzato tra l’8 e il 13 febbraio 6 workshops a Sant’Antioco e nel terriorio del Sulcis.

Gli incontri volti ad approfondire tematiche relative all’interculturalita’ tramite metodologie di educazione non- formale sono stati facilitati da Carlo, Giulia e Davide. Attraverso metodologie di lavoro partecipative sono stati affrontati temi quali: culture, sensibilità interculturale, indentita’, differenze, attitudini, stereotipi, pregiudizi, tolleranza, discriminazione, integrazione ed esclusione.

Alle attività organizzate hanno partecipato oltre 100 persone delle comunità locali, sia meno giovani, sia i giovanissimi studenti dell’Istituto IPIA “Emanuela Loi” (Carbonia / Sant’Antioco). Ci ha fatto particolarmente piacere il grande interesse e coinvolgimento suscitato nei partecipanti in tutti gli incontri realizzati.

Si ringraziano in particolare Giancarlo della Biblioteca Comunale di Sant’Antioco e la Prof.ssa Giusi Marras dell’Istituto IPIA per la disponibilità e la collaborazione nell’organizzazione logistica e diffusione degli incontri.

Per maggiori informazioni sul progetto DCA: http://dca-project.weebly.com/

 

 

9nove – una discendenza

9 giovani artisti sudamericani hanno esposto le proprie opere ispirate dalle persone, i luoghi e le città dell’Emilia Romagna dopo un’esperienza di 4 settimane sulle tracce delle proprie origini

Grazie a tutti i presenti !

____________________________________
Evento finale del progetto Territori d’arte in dialogo organizzato dai partecipanti: Agustin, Leticia, Lucia, Guzman, Juan Martin, Francesca, Rocio, Maximiliano e Mauro

Territori d’arte in dialogo e’ un progetto dell’Associazione Ottovolante che coinvolge 9 giovani discendenti di emiliano romagnoli residenti in Argentina ed Uruguay. Il progetto e’ cofinanziato dall’Assemblea Legislativa – Consulta degli emiliano romagnoli nel mondo.
________________________________________________

–> LINK FOTO EVENTO <–

Erasmus+ YE – “The clown with me..!”

Si e’ tenuto a Dugavpils in Lettonia, dal 20 al 31 ottobre, lo scambio giovanile “The clown with me..!” a cui hanno partecipato giovani italiani inviati dall’Associazione Ottovolante. Il progetto e’ stato organizzato e coordinato dalle organizzazioni Erfolg e Art Synthesis Serge Lee di Dugavpils.

Durante il progetto si sono tenute attivita’ di educazione non formale, workshops e performance nella citta’!