FRAGILE 01 / AVANZI – QUEL CHE RESTA di Chiara Caredda

Ottovolante Sulcis presenta

FRAGILE 01
AVANZI – QUEL CHE RESTA di Chiara Caredda

AVANZI – QUEL CHE RESTA è la prima mostra della rassegna FRAGILE, in cui Chiara Caredda recupera alcuni degli avanzi di ritagli di precedenti collage e ne crea di nuovi. Attraverso il lavoro di composizione e scomposizione l’artista riesce a raccontare le storie mai dette, perché scartate, in una nuova veste dell’immagine e del ricordo. Questa pratica di dare voce allo scarto vuole indagare il mondo in cui viviamo e che abbiamo vissuto: come fossimo in un grande e lunghissimo album di famiglia.

La ricerca artistica di Chiara Caredda nell’ultimo periodo è legata al riuso di immagini e fotografie altrui, estrapolate da riviste, libri oppure trovate nei mercatini dove si scovano vecchie foto di famiglia abbandonate. Queste, una volta selezionate, ritagliate e incollate, vanno a creare collage con un nuovo significato.

La mostra si terrà venerdì 4 gennaio, dalle 18:00 alle 22:00, e sabato 5 gennaio 2019, dalle 17:00 alle 21:00, presso piazza San Francesco, 5 a Sant’Antioco. Durante la serata di venerdì 4 gennaio, a partire dalle ore 20:00, l’evento sarà accompagnato dal set musicale di j/mve. Sabato 5 gennaio dalle 17:00 il pubblico sarà invitato a costruire un collage collettivo, portando sul luogo riviste, colla e forbici. In seguito, con gli avanzi di carta e il materiale raccolto l’artista creerà un suo collage.

EVENTO
Venerdì 4 gennaio 2019 dalle 18:00 alle 22:00 e sabato 5 gennaio 2019 dalle 17:00 alle 21:00, presso piazza San Francesco, 5 09017 Sant’Antioco (SU). Ingresso libero.

FRAGILE – Rassegna a cura di Claudio Rosa
A trent’anni dalla scomparsa di Bruno Munari renderemo omaggio alla sua ricerca attraverso una rassegna di mostre-laboratorio in cui cercheremo di dare il nostro umile contributo al tentativo di rispondere alla domanda “È possibile cercare di capire come «nasce» una idea?”.
Ogni esposizione analizzerà il processo creativo mettendo in evidenza la fragilità e la forza di un’idea.

“Il mondo artistico, il mondo della creatività e della fantasia, è sempre stato tenuto segreto, mai si deve rive- lare (ammesso che lo si sappia) come nasce un’idea o come si costruisce un’opera d’arte. Al grande pubblico sono mostrati solo i prodotti finiti, lasciando la gente nello stupore. Molti artisti romantici contemporanei che operano nelle avanguardie, dicono che il popolo deve restare fuori da questi problemi, che l’arte è un mistero inspiegabile, che non si deve spiegare mai niente altrimenti l’arte crolla.

Io penso invece che la gente voglia capire e quindi mi accingo a cercare di spiegare, sperando che altri più competenti di me, continuino questo modesto inizio di conoscenza di fenomeni che interessano a tutti, per un maggior sviluppo della creatività e quindi della personalità.” da Fantasia

BIOGRAFIE

Chiara Caredda nasce a Carbonia nel 1992. Cresce a Sant’Antioco dove nel 2011 si diploma al liceo socio-psi- co-pedagogico; in seguito si trasferisce a Cagliari e si iscrive al corso di laurea in Beni Culturali con indirizzo storico-artistico. Appassionata n dall’adolescenza di arte e musica, incontra per la prima volta la fotografia in un laboratorio scolastico e prosegue poi il suo percorso da autodidatta. Nel 2014 frequenta la scuola di fotografia analogica di S’Umbra a Cagliari. Durante questi anni il suo stile prende forma e si caratterizza prediligendo l’utilizzo della pellicola in bianco e nero. In seguito approda al mondo del collage analogico. Ha partecipa- to a diverse mostre collettive e nel 2017 ha esposto con una personale presso lo studio Mezzopiano all’interno dell’ex liceo artistico di Cagliari. A settembre 2018 ha partecipato alla residenza artistica “Memory Remix” a Guspini, organizzata da Nocefresca.

https://www.instagram.com/kiaracaredda/

j/mve, pseudonimo di Marco Manconi, è un musicista e produttore di musica elettronica. Partendo da una formazione come chitarrista, si dedica successivamente all’esplorazione della musica elettronica attraverso
la pratica quotidiana con strumenti come chitarra elettrica, sintetizzatori e computer. Nel 2017 una delle sue tracce è stata pubblicata nella compilation ‘Family Matter’ per l’etichetta Nona Records (CZ). I suoi ultimi lavori sono le musiche per i cortometraggi ‘Haze’ (2017) e ‘Come Spazzatura nelle Discariche” (2018). Attualmente studia Sonology presso il Royal Conservatory de L’Aia (NL).

INFO 8volantesulcis@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *