Visibility Vocal

Visibility Vocal, progetto riguardante il teatro site-specific, a cui hanno partecipato 6 giovanissimi e 2 group leaders con il supporto di Ottovolante.
Lo scambio giovanile organizzato da Crooked House Theatre Company si e’ svolto a Newbridge in Irlanda e hanno partecipato ragazzi, di eta’ compresa tra i 15 e i 18 anni, provenienti da Italia, Irlanda, Grecia, Danimarca, Francia e Spagna.
Ci hanno fatto particolarmente piacere le parole dei partecipanti italiani al loro ritorno e sentire come questa sia stata per loro davvero un’importante esperienza!

Riportiamo alcune parti dei commenti che ci hanno inviato

“Sono stata davvero molto felice di aver avuto la possibilità di partecipare a questa incredibile esperienza. Inizialmente non pensavo si potesse rivelare così eccezionale, ma alla fine ha lasciato davvero una traccia nel mio cuore. Non solo ho imparato tecniche di teatro che custodirò e usufruirò in futuro se ne avrò la possibilità, ma ciò che ho davvero appreso è stato relazionarmi con tante persone di tante culture diverse, poter riuscire a comunicare con loro grazie ad una lingua comune e conoscere le tradizioni e le abitudini dei vari paesi o soltanto scherzare l’uno con l’altro. Spero di poter vivere un’altra esperienza simile e devo davvero dire grazie all’Associazione Ottovolante, all’Europa, a Peter, a tutti i group leader e i partecipanti per questo exchange. Grazie” Aurora

“Vorrei iniziare dicendo solo una parola MERAVIGLIOSO. È solo uno dei tanti aggettivi che potrei usare. L’Irlanda è un paese meraviglioso con delle persone meravigliose. Il progetto è stato strepitoso, confrontarsi con persone provenienti da altre nazioni è stata una cosa molto utile non solo per il mio inglese, ma anche per il mio pensiero. Con pensiero non intendo solo i pregiudizi che avevo sulle altre nazioni ma anche sul mio modo di vedere il mondo. Gli insegnanti hanno fatto un lavoro eccezionale, i workshop erano stupendi, tutto era molto interessante. Non li ringrazierò mai abbastanza per tutto quello che ho imparato. La cosa più bella in assoluto però è stata conoscere tutti i ragazzi stranieri. Condividere con loro esperienze, risate, lezioni e tanto altro è stato a dir poco stupendo (…) sono davvero grato a Peter, alla Crooked House Theatre Company, all’Associazione Ottovolante per aver reso tutto questo possibile e anche a Laura e Barbara, le migliori accompagnatrici che avremmo potuto avere.” Salvatore

“Ho sempre sentito parlare di viaggi e di scambi tra paesi diversi, di culture che si incontrano, mischiandosi e arricchendo tutti. Ma non avevo mai avuto la fortuna di provarlo sulla mia pelle, non ero mai riuscita a sentire qualcuno così lontano da me, vicino quasi provenissimo dalla stessa terra, dallo stesso respiro. Eppure è successo. I muri sono crollati, e tutte quelle persone, si sono rivelate per quello che sono: esseri umani. Proprio come me e proprio come te che stai leggendo adesso. Le paure, le emozioni, le espressioni, i sogni, sono gli stessi. La voglia di scoprire, la libertà di sentirsi completamente se stessi senza avere paura. Ma questa è solo una piccola parte di tutto quello che questo viaggio mi ha dato (…) mi sono sentita nel posto giusto, con delle persone meravigliose, circondata da tanta passione, spensieratezza, voglia di fare e soprattutto da tanta vita (…) All’inizio mi terrorizzava. L’idea di dover superare una barriera così grande che è quella della lingua, che è quella dei possibili pregiudizi, che è quella della paura. Ansia di non riuscire a comunicare, di sfigurare difronte a tutte quelle persone colme di talento e di creatività. E così, come mio solito fare, una piccola parte di me mi diceva di allontanarmi, di chiudermi in me stessa, perché sarebbe stata la cosa più semplice da fare, la cosa che mi avrebbe protetta dal mettermi in gioco e dal mostrarmi per quella che sono. Ma poi, è stato il coraggio (…) Questa esperienza, mi ha lasciato un segno profondo, mi ha donato tutto quello che ho sempre desiderato di avere, mi ha fatto sentire in pace, libera, amata, mi ha dato forza, e mi ha resa un essere umano migliore.” Gabriella

“In questo esperienza mi sono trovato molto bene sia con i leaders che con i ragazzi. Inizialmente ho avuto qualche difficoltà nel parlare e capire l’inglese però durante la settimana mi sono accorto di aver imparato molto e ho capito anche che dovrò studiare molto di più l’inglese. Le attività mi sono piaciute moltissimo perché mi sono trovato a mio agio e mi sono divertito a recitare improvvisando, abbiamo anche preparato uno spettacolo per la serata finale dove a coppie dovevamo rappresentare le due parti opposte del nostro carattere avendo una discussione con l’altra persona che era il mio opposto e per renderlo più realistico abbiamo recitato per strada. Ho scoperto molte cose su altre parti d’Italia e sulle altre nazioni. Si è trattato della mia prima vera esperienza teatrale e ho scoperto che mi piace tanto, ho imparato molte cose sulla gestualità e sulla gestione dello spazio e della mente. Per me è stata un esperienza fantastica e positiva che mi ha insegnato molto.” Davide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *